Ambiente

Il diritto ambientale si sostanziava in una sequenza di produzioni legislative, prevalentemente di
carattere emergenziale, dirette a disciplinare la tutela di distinte categorie, quali la difesa del suolo, la tutela delle acque, la gestione dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati, la tutela dell’aria, la riduzione delle emissioni in atmosfera ed il risarcimento del danno ambientale.
Un vero e proprio rafting giuridico attraverso leggi settoriali con continui richiami dalle une alle altre.
Con il Trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992, entrato in vigore il 1 novembre 1993, l’ambiente è divenuto oggetto specifico di una
politica comunitaria, disciplina che ha subito importanti modifiche per effetto, dapprima, del Trattato di Amsterdam del 2 ottobredel 1997, entrato in vigore il 1 maggio 1999 e, successivamente ad opera del Trattato di Lisbona entrato in vigore il 1 gennaio 2009, laddove la politica ambientale è stata rafforzata nella sua sistemazione generale.
La disciplina della tutela ambientale nell’ordinamento giuridico italiano ha visto le prime elaborazioni degli anni 60.
Tuttavia, il vero atto di impulso è stato generato negli anni 80, in via attuativa sia delle fonti sopranazionali e che dei numersoi apporti della dottrina e della giurisprudenza, i quali hanno contribuito a riconoscere alla materia ambientale un connotazione unitaria.
Tralasciando nel dettaglio l’evoluzione del processo normativo, si è giunti all’emanazione del Dlgs. n. 152/2006 c.d. Nuovo Testo Unico Ambientale (Codice dell’Ambiente), il quale oltre ad unificare e coordinare le diverse fonti normative nazionali, ha apportato modifiche in molti casi di rilievo sostanziale ed alla disciplina dei vari settori normativi oltre ad aver introdotto varie novità in attuazione di direttive comunitarie.
Il Testo, corretto più volte ed attuato nel corso di questi anni, costituisce il provvedimento nazionale di riferimento in materia di valutazione di impatto ambientale, difesa del suolo e tutela delle acque, gestione dei rifiuti, riduzione dell’inquinamento atmosferico e del risarcimento dei danni ambientali.

Esponi online il tuo caso allegando, se del caso, anche documenti.

Ricevi una valutazione gratuita da un nostro avvocato.

Se sceglierai di procedere, un avvocato gestirà il tuo caso.

Hai un problema ? Trova la risposta alle tue domande.

Siamo online per aiutarti

339 339 33733

Disponibili ad ascoltare, senza impegno, le tue domande tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.00

Compila online il questionario

Esponi il tuo caso con la possibilità di allegare anche dei documenti.

Prenota il tuo appuntamento

Prenota un appuntamento con un avvocato del nostro team. Il costo della consulenza è di Euro 135,00 compreso IVA.

0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Ci dispiace, non siamo on line.
Lasciate un messaggio.

* Nome
* Email
* Messaggio
Login

Hai bisogno di aiuto?
Attiva una chat.

* Nome
* Email
Siamo on line !
Feedback

Aiutaci a migliorare! Puoi lasciare qualsivoglia commento.

Come valuti il servizio?