Canonico

General Overview

Il diritto canonico è costituito dall’insieme delle norme giuridiche formulate dalla Chiesa cattolica, che regolano l’attività dei fedeli e delle strutture ecclesiastiche nel mondo nonché le relazioni inter-ecclesiastiche e quelle con la società esterna.
Si applica, altresì, come diritto statuale proprio all’interno dello Stato della Città del Vaticano.
Non va confuso con il diritto ecclesiastico, che è il diritto con cui gli stati regolano i loro rapporti coi credenti e con le varie confessioni religiose.
Il diritto canonico poggia sull’esistenza di un diritto divino che si distingue in diritto divino naturale e diritto divino positivo.
Il diritto divino naturale si rifà alla concezione dell’uomo come “essere razionale creato da Dio”, la cui dignità gli impone diritti e doveri soprattutto con riferimento all’ordine dell’intero Universo. Pone suggerimenti e criteri di valutazione ai legislatori laici chiamati a creare gli ordinamenti positivi quali ordinamenti temporali.
Il nucleo del diritto canonico è il diritto divino positivo, ossia le norme di giustizia dettate da Cristo per la sua Chiesa, le quali danno all’uomo la possibilità di conoscere la natura divina non conoscibile attraverso la ragione umana.

Beautiful home decor

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed pharetra risus quis vulputate ornare. In congue lacus idvul

Perfect central location

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed pharetra risus quis vulputate ornare. In congue lacus idvul

Just 50m from metro

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed pharetra risus quis vulputate ornare. In congue lacus idvul

Leader nel servizio clienti

I nostri valori riflettono gli ideali della nostra storia e siamo impegnati a fornire un eccellente servizio legale e un servizio clienti ineguagliato.

Avvocati innovativi

Abbiamo costruito una piattaforma per fornire consigli ai clienti di tutto il mondo sulle loro questioni più importanti degli affari e della tua vita personale.

Campioni di informazione

Sviluppiamo una specifica comunicazione per spiegare le diversità proprie del diritto. I nostri sforzi vi aiutano a comprendere la portata dei vostri diritti.

Recent Insights & News

Articoli e Multimedia

Domande frequenti

Per aiutarti nell’immediato a raggiungere i tuoi obiettivi
Quali indagini patrimoniali può disporre l'Autorità Giudiziaria ?

La Corte di Cassazione ha nuovamente ha ribadito il principio di discrezionalità un capo al giudice del merito nel disporre indagini patrimoniali avvalendosi della polizia tributaria, lasciando a quest’ultimo l’eventuale indicazione dei limiti e dei presupposti di utilizzazione dell’indagine.
Ed invero, i Giudici dell’ermellino hanno riaffermato che il potere discrezionale del giudice non può essere considerato come un dovere imposto sulla base della semplice contestazione delle parti in ordine alle rispettive condizioni economiche, né può supplire alla carenza probatoria della parte onerata. Il ricorso alla polizia tributaria, pertanto, può solo essere utilizzato per assumere informazioni integrative del bagaglio istruttorio già fornito.

E' perseguibile d'ufficio il reato di omessa corresponsione dell’assegno divorzile ?

La Cassazione di Cassazione è tornata nuovamente in tema di reato di omessa corresponsione dell’assegno divorzile ed ha affermato la procedibile ex officio dello stesso e non già a querela di parte. Secondo i Giudici dell’ermellino il rinvio disposto dall’art. 12-sexies alle pene previste dall’art. 570 del codice penale attiene solamente al trattamento sanzionatorio previsto per il delitto di violazione degli obblighi di assistenza familiare e non già al relativo regime di procedibilità.
Il reato di omessa corresponsione dell’assegno divorzile è, infatti, procedibile di ufficio secondo l’orientamento consolidato di questa Corte regolatrice, cui non fa velo l’isolata decisione del 2004 ricordata nella sentenza del Tribunale oggetto di ricorso. Nessuna specifica disposizione subordina, in vero, la procedibilità del reato previsto dalla L. n. 898 del 1970, art. 12-sexies alla presentazione della querela dell’ex coniuge avente diritto ad una somma di denaro a titolo di mantenimento (cfr. Cass. n. 14/07; Cass. n. 39392/07; Cass. n. 39938/09).

Consulenza

I nostri consigli possono aiutarti a prendere decisioni informate per raggiungere i tuoi obiettivi nel mondo degli affari e nella tua vita personale. Risolvere i tuoi problemi è quello che facciamo meglio.

Se la soluzione non è qui, contattaci.

Non esitare, siamo a tua disposizione

Email

Esponi il tuo caso allegando, se del caso, anche dei documenti.

Telefono

Un veloce e pronto colloquio con gli avvocati del nostro team.

Chat

On line ora, al passo con i tempi, per soddisfare le tue esigenze.

Appuntamento

Prenota da pc, tablet o smartphone. Paga on line o all'appuntamento.