Rifiuti di imballaggio, assimilati a urbani solo se attivata la raccolta differenziata

I rifiuti degli imballaggi secondari e terziari posso essere assimilati dai Comuni ai rifiuti
urbani qualora l’Ente abbia attivato la raccolta differenziata.

Ed invero, la Corte di Cassazione con l’ordinanza 9 luglio 2012, n. 11500 ha affermato che ai sensi Dlgs 152/2006, il Comune qualora non abbia attivato la raccolta differenziata non può assimilare i rifiuti di imballaggi terziari e secondari agli urbani e l’eventuale regolamento è disapplicato dal Giudice. Il Collegio ha precisato, inoltre, che detti rifiuti non sono tuttavia esenti dalla Tarsu e, pertanto, si applica loro quanto previsto per i rifiuti speciali (Dlgs n. 507/1993, articolo 62, comma 3).

Se la soluzione non è qui, contattaci

Non esitare, siamo a tua disposizione

Email

Esponi il tuo caso allegando, se del caso, anche dei documenti.

Telefono

Una rapida interazione con gli avvocati del nostro team senza costi.

Chat

On line ora, al passo con i tempi, per soddisfare le tue esigenze.

Appuntamento

Prenota da pc, tablet o smartphone. Paga on line o all'appuntamento.